Collaboratori

In quattro anni di attività L’Orto in Campania ha visto la collaborazione di 30 educatori; 22 tra product designer, social designer, service designer; 9 architetti e 11 agronomi. La grande maggioranza dei collaboratori si sta formando o ha studiato nelle università campane (soprattutto la Federico II di Napoli e la SUN di Aversa), alcuni provengono da esperienze maturate in Italia e all’estero.

Altrettanti sono gli ospiti che negli anni hanno tenuto seminari nel “dietro le quinte” del progetto o hanno condiviso la loro esperienza. La solida collaborazione con Slow Food ha permesso di creare un intenso calendario di incontri con i rappresentanti locali, nazionali e internazionali del movimento.

Un numero così alto di menti al servizio di un progetto educativo è necessario per curare contenuti e concepire processi e metodi che siano al servizio dello stimolo delle conoscenze che uno spazio come L’Orto in Campania si prefigge come massimo obiettivo.

Educatori

Antonio Puzzi Beatrice Gerardi Concetta D’Aniello Daniela Fragliassso
Danilo Esposito Delia Olivato Domenico Gaudio Elena Capasso
Emanuela Guarino Feliciana Fontanella Filomena Iovino Franscesca Pinto
Gianluca Napolitano Giulana Pella Giuseppe Orefice Imma Capezzuto
Iolanda Di Zeo Luigi Ruggiero Mara Petrone Martina Greco
Matteo Imbelloni Rita Fusco Rosa Busiello Silvia D’Ambra
Valentina Zenga Veronica Baldassarre Walter Viglianti

Designer

Alessandro Ionni Antonio Cesare Iadarola Antonio Maisto Carmen Monteforte
Ciro Barone Claudia Cavallo Fabio Siano Flavio Perrone
Floriana Iannaccone Franyelin Sosalla Fulvio Perrone Giulia Augusto
Jessica Tartaglia Laura De Santis Maria Castaldo Martina De Vincetiis
Nicola Di Costanzo Palma Turco Roberta Angari Roberta Tenga
Rosa Zanfardino Susana Antonio Vincenzo Dattero Vincenzo Di Maria

Architetti

Alfredo Cerrato Ciro Borrelli Federica Galasso Gaia Santamaria Amato
Giuseppe Fracassi Paola Cecere Pasquale D’Apice Salvatore Carbone
Simona Castagliuolo

Agronomi

Carmine De Lucia Pasquale Vitiello Patrizia Spigno Raffaele Perreca