SE DICO "ORTO IN CAMPANIA", DICO…

Se l’orto è bello e rigoglioso II…
21 November 2011
Non solo Ortaggi…
6 December 2011

SE DICO “ORTO IN CAMPANIA”, DICO…

L’orto è da sempre stato un mezzo di “sopravvivenza” per tutte le popolazioni…

Gli ortaggi hanno sempre aiutato a sfamare le genti in ogni parte del mondo…

Con l’aumentare del benessere e l’abbondanza di cibo, soprattutto in questi ultimi decenni,  si è perso il valore dell’orto, creando anche uno scompenso cognitivo nelle nuove generazioni , che non sanno che, per esempio, una carota cresce nel terreno e non nelle vaschette di polisterolo…

In questo campo Slow Food  parte, alcuni anni fa, con gli School garden/”orti in condotta”  ossia coltivare l’orto nelle scuole per riappropriarsi con tutti i SENSI  della schiettezza e della fatica del lavoro della terra (www.slowfood.it – slow food educa).

Orto non solo a scuola ma anche in città : nascono gli orti urbani!

Un esempio di orto urbano  sostenibile è di certo “L’Orto in Campania”!

In città o meglio in zone fortemente antropizzate  trovare appezzamenti di terreni liberi e puliti per  coltivare  l’orto  è diventato molto difficile, se non impossibile…

ma perché PRIVARSI del piacere di coltivare?

Così cassoni in cemento rigorosamente riciclati, da un’idea degli studenti di architettura , sono diventati piccoli appezzamenti orticoli produttivi. In questo contesto , noi del GRUPPO EDUCAZIONE SLOW FOOD CAMPANIA ci siamo integrati  per cercare di trasmettere ai piccoli e grandi visitatori del Centro Commerciale Campania , che conoscere  come si coltiva in modo sostenibile e come si consuma in modo consapevole è un importante passo per la SALVAGUARDIA  ambientale dei nostri territori e del pianeta …

Le metodologie utilizzate sono attive  per semplificare la comprensione di concetti complessi quali: pH, Analisi fisiche etc del terreno, l’ ecosistema ORTO la distinzione  tra informazioni e comunicazione sulle etichette dei prodotti.

Concetti semplici  ma importanti per aumentare la LIBERTA’ di scelta attraverso la conoscenza.

Noi di Slow Food cerchiamo di dare strumenti di conoscenza, per aumentare la consapevolezza per quel che riguarda argomenti come biopirateria  e la difesa delle piccole produzioni e così via e cerchiamo di non dare  “ricette precotte”.

Alla fine degli incontri regaliamo un pacchettino di semi , per noi di slow food campania, non sono un semplice gadget, ma hanno un valore simbolico molto forte:la difesa della BIODIVERSITA’, e quindi la salvaguardia dell’ambiente  passa attraverso la corretta tutela dei semi…

Per conoscerci e approfondire questi argomenti potete venirci a trovare al Campania nei giorni dei laboratori (info al centro commerciale campania) o consultare il sito www.slowfoodcampania.com o scrivere  a educazione@slowfoodcampania.com

Silvia d’Ambra

Co-coordinatore del gruppo educazione slow food Campania

 

 

 

piccoli agricoltori…

3 Comments

  1. Slow food Campania ha detto:

    Ma che bell’articolo, con tanto di foto e video. Oltre i conigli c’è di più sull’isola verde!!! 🙂

  2. Saverio ha detto:

    Ma che bello! Quanta gioventù…
    A quando uno scambio con loro il progetto di Alice Waters?
    http://www.edibleschoolyard.org

    • silvia d'ambra ha detto:

      quando vuoi per gli orti di Alice Waters, che è vicepresidente internazionale di slow food e i nostri orti in condotta sono i suoi school gardens italiani!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *